Mortal Skin

 195,00

Disponibile

Extrait de Parfum 50 ml – Genderless
Stephane Humbert Lucas 2022
Famiglia Olfattiva Ambrato (Orientale)
Sfaccettature Speziate

Folgorazione: Mora, Zafferano, Accordo Inchiostro, Cardamomo.
Metamorfosi: Legno di Sandalo, Opoponax, Mirra, Davana, Cuoio, Iris.
Quintessenza: Cisto Labdano, Muschio, Ambra Grigia.

Accattivante e ipnotico.

Mortal Skin si ispira all’arte della seduzione e immagina l’inseguimento della sua preda da parte del serpente in tre atti.

Affascinante, elegante, misterioso, il serpente così maestosamente rappresentato sulla bottiglia, si avvicina lentamente alla sua vittima e ipnotizza con i suoi occhi di diamante e il suo carisma mozzafiato.

Il suo desiderio è vibrante, il pericolo si avvicina e la seduzione è in atto.

Il serpente si alza quindi per colpire in un lampo e il suo veleno nero si diffonde. Un caldo soffocante si mescola al freddo gelido e paralizza la sua preda.

Accattivante e avvincente, è troppo tardi per scappare, Mortal Skin ci tiene completamente nelle sue mani e ci toglie la vita in modo sublime.

Un getto d’inchiostro nero miscelato con l’Incenso disegna una personalità esemplare ed ipnotica. Una paralisi tra il desiderio di essere liberi e l’essere convinti a restare.

Circondato da Mirra, lucido e morbido Cuoio, al limite del consentito, il corpo si congela e la mente volteggia. Mentre la consapevolezza esplode, l’effetto del morso s’insinua in profondità e si amplifica, il Legno di Sandalo traslucido si allunga nell’anima prescelta.

Ambra Grigia, Muschi, metafora di crimine e amore, siamo un tutt’uno, trasformati in un sublime viaggiatore.

 – Testo di Stephane Humbert Lucas

Mortal Skin

 

Gli inizi e la visione di Mortal Skin

Stephane Humbert Lucas, pittore e poeta, nasce il 6 Ottobre 1971 a Épinal, in Francia. Inizia i suoi studi artistici ad Antibes sotto la guida di un maestro fiammingo. Affina poi la sua formazione in una scuola di Montparnasse, caratteristico quartiere parigino. Le sue tele negli anni si accumulano in un ambiente bohémien e in un locale vicino al Museo Pompidou.
In seguito apre un negozio-laboratorio nel cuore di Rue Quincampoix dove crea dipinti e profumi.
Nascerà Mortal Skin.

L’incontro

L’incontro con il profumiere, appassionato di Cézanne, Henri Sorsana, la convinzione che ogni colore abbia un profumo e la scoperta della sua sinestesia (la stimolazione della sua vista attiva contemporaneamente il suo olfatto), lo spingono a esprimere la sua ambivalente arte, la sua sensibilità cognitiva, i suoi desideri di conoscenza attraverso il profumo e nel 2012 fonda il suo marchio omonimo.

L’ispirazione è il suo amore per il mondo arabo, sono i suoi viaggi in quei lussuosi, pittoreschi e raffinati luoghi che lui considera la culla dell’universo. Nascono profumi che rispecchiano la sontuosità dei tessuti orientali, gli inebrianti aromi caldi delle spezie, le atmosfere mistiche e sognanti del romanzo Le Mille e Una Notte.

Le serrature dorate di Mortal Skin

Mortal Skin e tutte le fragranze di Stephane Humbert Lucas sono porte che si aprono sul mondo, barriere culturali da rompere, chiavi odorose che aprono serrature dorate, oltre le quali si viene travolti da una creatività olfattiva traboccante e intensa.

Le tele bianche

Ogni profumo è una tela bianca che Stephane Humbert Lucas riempie con note musicali, essenze colorate, immagini sognate.
É una casa artistica di fragranze di lusso impregnata di arte, letteratura, musica e pittura. Patrimoni culturali che hanno generato una selezione delle più ricche e pregiate essenze della Profumeria Artistica, che il creatore vuole porre come un’arte pari alle altre.  

Non invento i Profumi, li riordino e li invito a combinarsi, sono un sensale, un couturier dell’invisibile. Eppure io ‘vedo’ le mie fragranze, ogni materiale, ogni accordo vibrare di colori e a volte questi colori emettono un suono.

Non invento l’odore, come non invento né il rosa né l’indaco, sono presenti nel nostro inconscio. Chiedo loro di vivere insieme, di essere belli come gli altri, sono la mia armonia.

La Collection Serpent, un viaggio introspettivo

Un mostro sensuale, maestoso e mozzafiato, un animale totem per molti popoli: il serpente.
Desiderio e ossessione. Realtà e immaginazione. Attrazione e repulsione. Stephane Humbert Lucas realizza questa straordinaria collezione di fragranze uniche e ricche di simbologie, raccogliendo storie e leggende da tutto il mondo.

Un viaggio fatto di velocità e lentezza, ondulazioni, connessioni, dove tutto si ferma e tutto si muove in un flusso ineguagliabile e inarrestabile. Poesie olfattive che ipnotizzano e che stimolano la nostra immaginazione senza limiti. Niente di più delizioso e stimolante.

Guarda il video della collezione
Scopri le altre fragranze della Collection Serpent