Alhada

 60,00 225,00

 

Eau De Parfum 12 ml – 60 ml – Genderless

Creatore Dhaher Bin Dhaher 2015
Famiglia Olfattiva Legnoso
Accordi Floreali Ambrati (Orientali) Speziati
Concentrazione 20%
 
Note di Testa: Bergamotto, Mandarino, Chiodi di Garofano, Pimento, Tagete, Coriandolo.
Note di Cuore: Geranio, Lavandino, Gelsomino, Giacinto, Rosa Taif, Zafferano.
Note di Fondo: Legno di Cedro, Legno di Guaiaco, Legno di Sandalo, Patchouli, Muschio di Quercia, Fava di Tonka, Vaniglia, Oud, Muschio Bianco.

Galleggiava attraverso scie di sontuosa Rosa Ta’if…

Alhada prende il nome dalla regione montuosa dell’Arabia Saudita che collega i viaggiatori della città di Ta’if, il principale luogo di coltivazione delle ricche Rose di Ta’if. È un percorso che lascia a tutti i viaggiatori la nostalgia di essere a casa.

Una nuvolosa cortina di cielo sopra la montagna dalle sfumature rosa giunse alla fanciulla nel suolo di Alhada all’alba. Colpita dalla bellezza rassicurante della terra e dall’odore inebriante e delicato che l’ha avvolta, è passata attraverso i campi di squisiti boccioli rosa come se camminasse nel mare. Galleggiava attraverso scie di sontuosa Rosa Ta’if e floreali Tageti, mescolandosi a note di Coriandolo, Mandarino, Lavanda e Bergamotto. Le fragranze seducenti del Gelsomino, del Giacinto e dello Zafferano che baciavano la sua pelle e che si diffondevano rapidamente attraverso le sue ciocche scure e fluenti ha impresso una travolgente sensazione di serenità. Aprì gli occhi e sorrise al sole che brillava di ricordi di casa sua.

Tola, per definizione, è un’unità di misura che precede il sistema metrico decimale. Nel 1833 corrispondeva alla massa di una rupia d’argento o circa 11,67 grammi. È stato ampiamente utilizzato per misurare materie prime rare come oro e petrolio.

Le Eau De Parfum Tola sono la quintessenza di ricordi, di storie dentro altre storie. Ogni fragranza svela un racconto secolare e alimenta nuove narrazioni da intessere con ogni nota persistente.

Il fondatore

Dhaher Bin Dhaher, un imprenditore emiratino e un appassionato di Profumi, ha lanciato Tola come marchio di Profumi nel 2013. Fu introdotto per la prima volta alla Profumeria da sua madre, che come molti altri nel Golfo, praticava l’arte di mescolare oli profumati e creare bukhoor in una tradizione segreta tramandata per generazioni.

Poiché la Profumeria è profondamente radicata nella cultura araba, il suo interesse non è mai diminuito. Anzi, con il passare degli anni, il suo apprezzamento per il mestiere è solo cresciuto più forte.

Dhaher ha trascorso anni viaggiando per il mondo, sperimentando Profumi e nuovi ingredienti, fino a quando ha perfezionato ogni fragranza.

“L’idea di fondare il marchio Tola mi è venuta durante un viaggio a Londra con mia madre e mia sorella maggiore. Le due stavano parlando delle emozioni e dei ricordi che una fragranza può trasmettere. Ero così commosso che volevo creare storie olfattive mie”.

Le ispirazioni

“Alcune persone pensano che inevitabilmente sentiranno l’odore di Oud in ogni composizione. Non è qualcosa che uso sistematicamente, anche se è uno dei miei ingredienti preferiti. Da quando ho fondato Tola, l’ho sempre dosato in modo molto  sottile, con uno sguardo al mercato più ampio. Ma, naturalmente, la mia cultura guida la mia ispirazione. Una delle mie creazioni più recenti evoca l’interno di una casa emiratina con i suoi odori misti di bukhoor e caffè. Ma spero che la mia ammirazione per la Profumeria europea emerga nei miei accordi, che usano Fiori, Agrumi e Spezie, tra gli altri. Alcuni sono molto leggeri, altri inebrianti. L’accoglienza in Europa, dove si apprezzano i Profumi Orientali, è molto positiva”.

“Tola punta sull’uso dei talenti all’interno della famiglia e sulla combinazione della nostra passione per una cosa che la rendesse vicina ai nostri cuori. Entrambe le mie nipoti sono state coinvolte nel design. Sheikha Bin Dhaher e Afra Bin Dhaher, che mi hanno sempre stupito con il loro lavoro”.

Il tappo Tola è una rappresentazione di tre simboli eccezionali:

il diametro del tappo è equivalente a una moneta da una rupia, che è stata la prima valuta utilizzata nella penisola araba;

il tappo è modellato sulla forma delle foglie di palma intrecciate in pieghe;

il fondo è ornato con un disegno ad anello, dimostrando l’impegno di Dhaher nell’artigianato e la promessa a essere sempre costante nel fornire la migliore qualità. Sotto l’anello, il filo verde, che in origine veniva realizzato manualmente per ogni bottiglia.

L’arte del Profumo in Medio Oriente

“Negli Emirati Arabi Uniti, il Profumo viene utilizzato in maniera differente da altri luoghi. Tendiamo ad associare diverse fragranze contemporaneamente, a seconda dell’umore e qualunque sia il mezzo utilizzato: eau de toilette, olio profumato, Incenso e così via. Mia madre è diventata estremamente abile nell’assemblare materie prime per creare quello che noi in Medio Oriente chiamiamo bukhoor, e quello che altrove chiamano Incenso. La miscela si presenta in forma solida ed è composta da polvere di Agarwood o trucioli mescolati con oli profumati. Una volta che un piccolo pezzo viene riscaldato su carboni ardenti rilascia la sua fragranza.

Lo usiamo per profumare le nostre case e i nostri vestiti, per festeggiare l’arrivo di un visitatore, e così via. Mia madre faceva, interamente a mano, fino a cento chili all’anno da regalare a familiari e amici. Un giorno le dissi che con tutta la sua esperienza e le sue ricette, avevamo abbastanza per lanciare un’intera gamma di prodotti commercialmente. Eravamo pronti ad andare oltre la sfera familiare e affrontare il mondo intero”.

 

Informazioni aggiuntive

Formati Tola

12 ml, 60 ml