Come scegliere il tuo Profumo

Come scegliere il tuo Profumo può richiedere tempo e quella sensibilità olfattiva necessaria a capire innanzitutto quale Profumo desideriamo acquistare, ma anche a comprendere i capolavori della Profumeria Artistica.

I Profumi Artistici sono vere opere d’arte. Scegliere quello giusto per noi merita tutta la nostra attenzione e percezione. Quando decidiamo di acquistare un Profumo lo facciamo per creare una nostra identità olfattiva. Anche se il Profumo è invisibile, ci definisce e scolpisce in modo tangibile. È attraverso il Profumo che desideriamo distinguerci, proiettarci nell’immaginazione futura, talvolta proteggerci o confortarci. Il nostro Profumo penetra profondamente nel cuore delle persone che ci circondano e accende i loro sensi.
Ecco alcuni consigli su come scegliere il tuo Profumo:

1° Consiglio
Il tuo naso ha sempre ragione.

Lasciati guidare dal tuo naso. Ti aiuterà a capire come scegliere il tuo Profumo.
Chiudi gli occhi e respira le essenze. Non pensare ad altro se non alle emozioni che ti suscitano.
L’Olfatto è il più potente, misterioso e antico dei nostri 5 sensi ed è in grado di percepire circa 10.000 odori differenti.
Nulla sfugge all’olfatto quanto i ricordi, le reminiscenze, i desideri, le espressioni, le emozioni, le eccitazioni, le esperienze, le passioni.
Scegli il tuo Profumo seguendo il valore emotivo che provi annusandolo.  

2° Consiglio
Impara a conoscere alcune Famiglie e Sfumature Olfattive 

Agrumati
Aromatici
Chypre
Cuoiati
Floreali
Fougère
Legnosi
Orientali

Comunica liberamente se c’è un’essenza o una Famiglia Olfattiva che ami in modo particolare.
Indica quali brand di Profumi preferisci e se è la prima volta che entri nel mondo della Profumeria Artistica.

3° Consiglio
Non avere fretta di scegliere.

La Piramide Olfattiva di un Profumo Artistico è particolarmente strutturata.
È composta dalle Note di Testa, Note di Cuore e Note di Fondo. Le Note di Testa sono le prime essenze che magari istintivamente ti piacciono. Ma poi le Note di Cuore o le Note di Fondo non corrispondono immediatamente ai tuoi gusti.
Per questo motivo, una volta che il Profumo è stato spruzzato sulla Mouillette, è importante giudicarlo almeno dopo un po’ di minuti.
Come scegliere il tuo Profumo
richiede la dolcezza del tempo.

4° Consiglio
Non sentire troppi Profumi.

Anche se la curiosità di inebriarti con svariati Profumi è tanta, noi proponiamo di non esagerare.
L’unica regola che consigliamo è quella di seguire, ancora una volta, il tuo naso. L’olfatto ti segnalerà quando la percezione degli odori comincia a farsi confusa. È il momento di fermarsi, di fare una pausa e di respirare l’aria fresca, la tua pelle pulita o un tessuto in cotone. Non consigliamo affatto di annusare i classici chicchi di caffè. Non è scientificamente provato che il caffè resetti o defatichi l’olfatto, anzi, è semmai un aroma aggiunto che può ulteriormente confondere.

5° Consiglio
Prova il Profumo sulla tua pelle.  

Sebbene il Profumo abbia una sua precisa identità, è possibile che esso si evolva e si sviluppi con la chimica della tua pelle, con il PH, con l’idratazione, gli ormoni, l’alimentazione e perché no, anche con  il tuo mondo interiore ed emotivo. Questo, forse, può influenzare l’evoluzione iniziale o finale di alcune molecole odorose e determinare minime variazioni del Profumo, che però solo un naso esperto riesce probabilmente a percepire. Infatti Francis Kurdjian (uno dei più celebrati nasi al mondo) sostiene che “ogni Profumo si riconosce a prescindere dalla pelle che lo porta”. La prova sulla pelle è sicuramente consigliabile. È un approccio più intimo con il Profumo che stai per scegliere e ti deve piacere anche a contatto con il tuo calore. Infine, per quanto ognuno lo indossi a suo modo, esattamente come un abito o un gioiello, è proprio questo che renderà unico su di te il Profumo che hai scelto.

6° Consiglio
Non lasciarti influenzare dalle Note Olfattive elencate.

Pensa a quello che l’uomo riesce a comporre con sole 7 note musicali.
Il Blues, il Funky, il Rock, il Jazz, il Country, il Liscio, il Soul, il Metal, la Musica Classica ecc…
Le nostre preferenze musicali non dipendono da un’unica nota. Un Profumo lo si può comporre con infinite combinazioni.
Esistono infatti circa 3.000 materie prime a disposizione di un naso creatore. Puoi non amare il Muschio per esempio, ma è importante percepirlo e comprenderlo nell’intera struttura del Profumo. L’evoluzione di un’essenza dipende dalla maestria del compositore. Oltre che dalla quantità, qualità, posizione nella Piramide Olfattiva e combinazione con le altre essenze.
Infine, respirare un Profumo rimane sempre una bellissima esperienza olfattiva, indossarlo un nostro modo di comunicare senza parlare.

Uno dei migliori Nasi Creatori al mondo: Alessandro Gualtieri